L’alimentazione ideale

L’alimentazione ideale consiste in un regime alimentare che cambia la vita ed è basata per il 100% su cibi alcalinizzanti e crudi. Questa è il presupposto fondamentale per il raggiungimento della salute ideale, della longevità e della piena consapevolezza.
Tuttavia va rimarcato che il rigore richiesto va raggionto gradualmente nella seguente scala:
1° mese 60% cibi edibili crudi / 40% cibi cotti;
2° mese 70% cibi edibili crudi / 30% cibi cotti;
3° mese 80% cibi edibili crudi / 20% cibi cotti;
4° mese 90% cibi edibili crudi / 10% cibi cotti.
Occorre tanto autocontrollo, disciplina per abituarsi stabilmente ai relativi e specifici limiti.
Quando s’inizia la transizione, segue il processo di guarigione (vedi puntata di “presa diretta”). Il peso calerà in conseguenza dell’eliminazione dei rifiuti acidi tissutali. Dopo più o meno 8 mesi si riacquista un po’ di peso.
Il risultato sarà un tessuto organico completamente rivitalizzato, altamente funzionale e privo di acido. Le potenzialità di questa alimentazione sono sbaloriditive.
Come raggiungerla.
1) Mangiare solo frutta cruda e/o berne il succo (la masticazione stimola la produzione di enzimi della saliva che concorrono alla digestione ed aiuta alla proliferazione del giusto microbioma fautore di molte vitamine);
2) Mangiare solo ortaggi crudi, germogli e/o berne il succo;
3) Mangiare mandorle crude 6/8 unità a metà mattina e/o metà pomeriggio (utile l’alternanza con noci, nocciole, anacardi, pistacchi, ecc. NON TOSTATI e NON SALATI);
4) bere acqua con succo di limone (1 limone x 2 lt. d’acqua). Utili anche le tisane alle erbe da bersi rigorosamente tiepide e mai bollenti);
5) RINUNCIARE CATEGORICAMENTE ALLE FARINE E ZUCCHERI RAFFINATI. Si consiglia riso, pane e pasta di grani integrali antichi: poverissimi di glutine e ricchi di fibre e minerali. Nei supermercati si trova anche la pasta con farina di mais e di riso.
6) RINUNCIARE CATEGORICAMENTE ALLE BEVANDE ZUCCHERATE.
7) RINUNCIARE CATEGORICAMENTE AI CIBI DI DERIVAZIONE INDUSTRIALE
8) Sostituire il caffè con orzo o cicoria.

Lascia un commento